Una giovane dal cuore d'oro, che ha assistito alla scena, ha visto la piccola in lacrime e ha deciso di fare un gesto di grande altruismo, ma è rimasta anonima, e la madre della piccola, dall'ospedale, ora le chiede di farsi avanti per ringraziarla personalmente.
Ha un risvolto inatteso la vicenda triste che ha visto una bambina di appena 11 anni, scippata in uno dei parchi di Aprilia. La notizia l'ha diffusa la madre, Anna, con un duro post su

Facebook. Duro sia per la rabbia nel vedere la figlia in lacrime, spaventata, sia per il senso di impotenza visto che si trova ricoverata in ospedale. E' successo mentre la piccola era seduta su una panchina, il padre era poco distante, e lei si chiede se i due che chiama naturalmente «Bas...i infami e maledetti» pensavano davvero di arricchirsi con «con quel vecchio telefonino Asus e col vetro spaccato che avete scippato dalle mani di una ragazzina di 11 anni? L'avete lasciata terrorizzata e in lacrime. Dietro ad un vecchio telefonino non potete sapere cosa c'è.... Io vi auguro ogni male possibile».

Ma, come detto, la vicenda ha anche un risvolto tanto positivo quanto obiettivamente inatteso: poche ore dopo il duro sfogo infatti, la donna aggiunge: «Mi scuso se non lo fatto subito ma ero sotto effetto di anestesia, ero arrabbiata e preoccupata x mia figlia che non ho capito che un angelo di circa 20 anni di nome Cristina non solo ha soccorso la piccola ma l'ha portata da Chiodi e con insistenza le ha comprato un telefonino nuovo. Mio marito ha detto che non c'è stato verso di darti i soldi.... Voglio che tutti sanno che c'è anche una gioventù altruista, sana. Mi piacerebbe tanto ringraziarti anch'io. Se leggi questo post contattami».

Inutile dire che la notizia ha scatenato una valanga di commenti positivi. Non è certo una cosa di tutti i giorni e gli utente della rete lo hanno voluto sottolineare. Alessandra ad esempio scrive: «Mi ha emozionato questo gesto.... è un gesto che mi ha insegnato molto... grazie Cristina x ricordarci ancora, cosa sia un cuore buono». Paola aggiunge: «Abbiamo anche una bella gioventù sana e onore alle famiglie che riescono a crescere ancora figli così... bravissima». Ultimamente, proprio il comportamento dei più giovani era finito sotto la luce dei riflettori e di conseguenza anche le critiche durissime ai genitori. Antonella ha voluto dire: «Brava Cristina e complimenti ai suoi genitori x averla educata nel rispetto ed altruismo».