Dovranno rinviare l'appuntamento col vaccino gli over 70 e i soggetti fragili che hanno prenotato l'iniezione dai propri medici di base. Tutto rimandato a data da destinarsi a causa della carenza di dosi. «A causa della mancata consegna dei vaccini, si comunica la sospensione dell'erogazione delle fiale di AstraZeneca e Pfizer ai medici di medicina generale. Pertanto martedì 16 marzo presso la farmacia dell'ospedale Goretti non saranno effettuate le previste consegne, sarà cura della farmacia comunicare eventuali aggiornamenti o variazioni», si legge nella comunicazione inviata ai dottori di base della provincia che hanno dato il proprio consenso a vaccinare, ovvero 255 professionisti. Numeri alla mano, verranno posticipate oltre 3mila somministrazioni: era prevista la consegna di una fiala per ogni dottore e ciascuna fiala garantisce 12 dosi.

«Purtroppo dobbiamo registrare un notevole taglio delle consegne - ha dichiarato il responsabile provinciale della campagna vaccinale Loreto Bevilacqua - Il problema non riguarda soltanto noi ma è a livello europeo. Speriamo che la situazione si sblocchi al più presto e a breve arrivino le quantità previste». Per adesso saranno comunque garantite le vaccinazioni nei centri allestiti sul territorio sia per la somministrazione di AstraZeneca sia di Pfizer.
Passando alla diffusione del virus, ieri in provincia su 840 tamponi processati si sono registrati 86 nuovi positivi. Al conto va aggiunto anche un decesso di un anziano con patologie residente a Terracina. Da oggi intanto siamo in zona rossa per almeno 15 giorni.