Hanno portato all'arresto di Andrea Tarozzi, 32 anni, le indagini dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Latina sull'omicidio di Erik D' Arienzo, il trentenne di Borgo San Donato trovato in fin di vita sulla Pontina, tra il capoluogo e Sabaudia, la sera del 30 agosto e poi morto dopo una settimana in ospedale per le gravi ferite causate da un brutale pestaggio. Le indagini si erano subito orientate verso Fabrizio Moretto, uno degli amici della vittima che ha sempre fornito una ricostruzione dei fatti non corrispondente ai riscontri medico legali, prima di essere ucciso con un colpo di pistola, davanti casa, la sera del 22 dicembre. Un ruolo lo avrebbe giocato anche Tarozzi, altro amico della vittima che sapeva la verità su quella sera e a sua volta avrebbe aiutato Moretto a depistare le indagini. Per lui ora è scattata la custodia cautelare.