È stato riaperto da poco il Tribunale di Latina e le udienze sono iniziate. Il ritardo è stato provocato non da un allarme bomba ma dal fatto che alcune telecamere di sorveglianza dell'ufficio giudiziario, tra cui alcune perimetrali, erano spente e non funzionanti. Guasto causato - secondo i primi riscontri - da un problema di corrente. La polizia ha eseguito un accurato sopralluogo per ricostruire l'accaduto e accertare la precisa causa del blackout. La situazione adesso è tornata alla normalità.

Non sono ancora iniziate le udienze in Tribunale a Latina dove è intervenuta la polizia. In un primo momento si era pensato ad un allarme bomba con una telefonata che annunciava la presenza di un ordigno ma a quanto pare non è così. L'edificio è stato evacuato in via precauzionale ed è in corso un sopralluogo da parte degli agenti della Questura che sono prontamente intervenuti. All'esterno dell'ufficio giudiziario, ci sono gli avvocati e oggi i processi inizieranno in ritardo. I controlli e le verifiche sono ancora in corso. 

di: La Redazione