Drammatico rientro dal lavoro, stanotte, per Giuseppe Di Dona, 58 anni, infermiere impiegato presso una struttura ospedaliera di Roma, finito fuori strada con la propria auto in via Chiesuola. Con i soccorritori del 118 è stato necessario anche l'intervento dei Vigili del fuoco per estrarre il corpo dell'abitacolo, ma i tentativi di rianimare l'uomo sono risultati vani: è morto sul colpo quando il suo Fiat Doblò ha impattato contro il ponte di accesso di un'abitazione.

Secondo una prima ricostruzione dei Carabinieri, intervenuti per i rilievi e gli accertamenti del caso, all'origine della sbandata potrebbe esserci stato un malore o un colpo di sonno perché il mezzo è passato con le ruote sulla banchina diversi metri prima di finire nel fosso, senza che l'automobilista riuscisse a sterzare per evitare l'impatto. Saranno comunque gli esami medico legali disposti dall'autorità giudiziaria a fugare i dubbi del caso.