Ruotano attorno a una serie di elementi ben precisi le indagini della Polizia sul maniaco che venerdì mattina ha compiuto atti osceni sotto gli occhi di una minorenne nel parcheggio di un supermercato. Elementi basati sulle testimonianze raccolte dai poliziotti della Squadra Volante, come la fisionomia dell'uomo e una descrizione molto dettagliata dell'auto sulla quale è stato visto salire al momento di allontanarsi. Ed è proprio su alcuni particolari del veicolo riportati da vittime e testimoni, che sta consentendo agli investigatori della Questura di stringere il campo delle ricerche.

Gli accertamenti della Polizia si stanno concentrando sulla zona dove si è registrato l'episodio, il parcheggio delle attività commerciali situate alle spalle del condominio Colosseo, alla ricerca di impianti di video sorveglianza che possano avere ripreso il maniaco e la sua macchina. Del mezzo, si conoscono orientativamente il modello e una parte della targa, dettagli che stanno motivando la ricerca di telecamere installate nei dintorni. Per questo, gli investigatori stanno ricostruendo le fasi concitate della fuga del maniaco per stabilire con esattezza la strada compiuta e sulla base di questo vagliare la possibilità che il passaggio del mezzo sia stato registrato da un occhio elettronico.

Nel frattempo si attende l'analisi dei riscontri genetici disposti sulle tracce di liquido seminale del maniaco, repertate dalla Polizia Scientifica per un confronto con le persone censite dalle banche delle forze di polizia oppure verificare eventuali sospetti. Ricerche, queste, che passano per un confronto tra l'ultimo episodio ed altri fatti analoghi registrati negli ultimi tempi, magari di minore entità, per carpire eventuali analogie e, soprattutto, individuare possibili indizi che possano aiutare gli investigatori a convergere le indagini in una direzione ben precisa.

Dopo tutto il profilo è quello di una persona con evidenti disturbi, seppure latenti, che potrebbe avere agito altrove. Nel caso di venerdì, ha approfittato della situazione, ma non è escluso che girasse con un obiettivo ben preciso. In questo caso si è avvicinato a un'auto in sosta nella quale c'era un'adolescente di quasi 14 anni che aspettava mentre la madre finiva la spesa. Quando la giovane si è accorta di lui, lo sconosciuto si era già denudato e si stava masturbando, ma è riuscito a scappare prima che qualcuno potesse bloccarlo.