L'attività di controllo del territorio assicurata dai Carabinieri, attraverso il coordinamento dei diversi reparti, ha permesso nei giorni scorsi di individuare e assicurare alla giustizia due appassionati di volo da diporto che si sono avvicinati pericolosamente alla fascia di rispetto dell'aeroporto militare "Enrico Comani" di Latina Scalo. Si tratta di due uomini residenti a Sermoneta, denunciati entrambi a piede libero dai militari del colonnello Lorenzo D'Aloia. 

I due piloti diportisti finiti nei guai stavano utilizzando dei paramotore, vale a dire una vela molto simile a quella utilizzata per l'attività di parapendio, dotata però di motore e ventola che consente la partenza da zone pianeggianti e ne fa a tutti gli effetti un apparecchio per il volo da diporto sportivo, soggetto alle restrizioni imposte per tutti i velivoli leggeri che sono abilitati ad attraversare i cieli. Come appunto il divieto assoluto di attraversare lo spazio aereo compreso in un raggio di cinque chilometri attorno agli aeroporti, come quello pontino appunto, per ovvie questioni di sicurezza legate al traffico aereo.