Durante la tarda mattinata dell'8 aprile scorso, nell'ambito di specifici servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione ed al contrasto dei reati di natura predatoria, i carabinieri del Comando Stazione di Latina Scalo, in servizio di pattuglia presso lo scalo ferroviario, area particolarmente sensibile sotto il profilo della sicurezza in quanto luogo di assiduo transito di pendolari e di prolungata sosta di numerosi veicoli in parcheggi non custoditi, individuavano due persone che si aggiravano nelle vicinanze con fare sospetto.

In particolare i due, un 32enne della provincia di Frosinone ed un coetaneo di nazionalità marocchina, quest'ultimo senza fissa dimora, danneggiavano il vetro posteriore di una vettura parcheggiata nel piazzale antistante la stazione ferroviaria, asportando dall'interno un navigatore satellitare ed un pacco di mascherine anti covid-19.

I malviventi, alla vista dei militari, riuscivano a disfarsi repentinamente del navigatore satellitare gettandolo in un dirupo, ma venivano fermati dai militari dell'arma e denunciati all'autorità giudiziaria per i reati di furto e danneggiamento.