Il mondo del rugby piange Massimo CuTtitta, storico pilone della nazionale italiana e originario di Latina. E' morto ieri per complicazioni relative al covid-19 ad Albano Laziale. Era andato in Sud Africa, patria della palla ovale, assieme al gemello Marcello giocò il match della storica vittoria dell'Italia sulla Francia nella finale della Coppa Fira nel 1997 a Grenoble contro la Francia. Con il fratello aprì anche una scuola di rugby ad Aprilia. Da giocatore aveva indossato le maglie di L'Aquila, Amatori Calvisano, Milan (con cui aveva vinto 4 scudetti), degli Harlequins londinesi e della Rugby Roma come allenatore-giocatore, venendo selezionato anche per i Barbarians. Aveva poi lavorato come tecnico negli staff delle nazionali di Scozia, Canada, Romania e Portogallo.