Il quadro rubato dalla Pinacoteca di Littoria tra il 1943 e il 1944 è tornato a casa grazie all'intuito di un militare effettivo del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Udine che non ha perso di vista il dipinto dell'autore e si è subito insospettito. L'operazione di recupero portata a termine nei giorni scorsi rappresenta un tassello importante per continuare a proseguire con gli accertamenti da parte dei carabinieri e nel cercare di trovare anche altre opere saccheggiate in quel periodo storico. Non è una impresa facile ma l'ottimismo che arriva da quest'ultimo ritrovamento suggerisce ai militari friulani di continuare a monitorare le aste sul web e poi controllare anche altri negozi on line. E' un tentativo legittimo per trovare gli altri quadri rubati. Dal Comune di Latina gli investigatori riceveranno l'elenco completo e aggiornato dei pezzi rubati in quel periodo storico, che fanno già parte dell'immenso database degli uomini dell'Arma: eseguiranno una ulteriore verifica. L'elenco dei beni sarà inviato ai carabinieri diretti dal maggiore Lorenzo Pella, Comandante del Nucleo dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale di Udine e sarà possibile consultarlo da tutti i reparti dell'Arma specializzati nella tutela del Patrimonio.

DA NON PERDERE!

Tutti gli approfondimenti su questo argomento sono disponibili nell'edizione odierna, in edicola o nella versione digitale di Latina Oggi.

EDICOLA DIGITALE: Approfitta dell'offerta, un mese a soli € 0.99