Si riuniranno questa mattina, alle 12 davanti al Tribunale di Latina, le Sardine di Latina, in una manifestazione a sostegno di Walter De Benedetto. L'intervento, che come spiegato dalle stesse Sardine sarà nel rispetto delle normative anti Covid, sarà in favore della causa dell'imputato, affetto da una rara forma di artrite reumatoide, proprio oggi ad Arezzo andrà a processo per coltivazione di sostanza stupefacente.

"La battaglia per la depenalizzazione della coltivazione domestica di canapa non è un capriccio, ma una battaglia di civiltà - dichiara la coordinatrice Anna Claudia Petrillo - Uno Stato che non è in grado di guardare avanti, è uno Stato miope. E io non ci sto.  Un Paese civile deve avere rispetto del dolore. Non è possibile accettare che il nostro Stato non riesca a sfuggire certe ideologie proibizioniste, e che processi un uomo reo di voler attenuare le sue sofferenze".

Anche i Giovani Democratici di Latina manifesteranno, allo stesso modo, davanti al Tribunale di Latina. "La storia di Walter, e quella di molti altri come lui in Italia, è una storia di coraggio, di resilienza ma purtroppo anche di pregiudizio e paura. Da anni si continua a depistare e occultare l'evidenza scientifica che dimostra l'importanza della cannabis a scopo terapeutico. I maggiori partiti politici, seppur ritenendosi quasi tutti a favore della cannabis a scopo terapeutico, si sono dimostrati lontani da questa battaglia".