Quasi novanta positivi su 568 test rapidi effettuati. Lo screening svolto ieri pomeriggio a Bella Farnia, aperto a tutta la comunità Sikh del Comune di Sabaudia, ha presentato un conto altissimo. Per la precisione sono 86 gli indiani contagiati dal Covid-19, vale a dire più del 16% di quelli che si sono sottoposti all'antigienico organizzato dalla Asl in accordo con le istituzioni, iniziato ieri all'ora di pranzo. Molti indiani si sono presentati in grosso anticipo nel piazzale di Largo Russia, presso il residence Bella Farnia Mare: disposti in fila indiana in attesa del proprio turno, coi cellulari in mano pronti ad immortalare fotografi e reporter che a loro volta sono arrivati in massa nella frazione di Sabaudia, di fatto quella che vede la maggior presenza dei braccianti agricoli del territorio. L'appuntamento era fissato per le 13

«Ma in tanti - ci raccontano i volontari della Protezione civile - già poco dopo mezzogiorno erano pronti» per sottoporsi al test antigienico. Imponente la squadra messa in piedi dalla Asl territoriale: quindici operatori tra medici e infermieri; oltre a loro in campo sono scesi anche i carabinieri, la Polizia Locale, la Polizia di Stato e, come detto, la Protezione Civile. Di problemi non ce ne sono stati. Uno alla volta, al loro arrivo, i braccianti hanno ricevuto un foglio di prenotazione, e poi tutti in coda in attesa del proprio turno. Sotto i gazebi allestiti nel piazzale del residence si è andati avanti ad un ritmo di quattro test rapidi alla volta.
Ai positivi all'esame veloce è stato subito effettuato il molecolare: ora si attene l'esito di 86 tamponi. Ma è già partito il tracciamento dei contatti e, soprattutto, la quarantena per i contagiati: tutti in isolamento fiduciario. Ma dove? Se ne è discusso ieri sera nel vertice convocato d'urgenza dal Prefetto Maurizio Falco, al quale hanno partecipato il responsabile del dipartimento Asl Antonio Sabatucci, il presidente della Provincia Carlo Medici, e il sindaco di Sabaudia Giada Gervasi. Sono state scelte due strutture di Sabaudia: la quarantena verrà osservata nella "Casa Domotica" e nella "Casa Cantoniera" di Cerasella.
Tra i positivi anche cinque bambini che frequentano le scuole del territorio. E per questo oggi in Prefettura è previsto un nuovo incontro: si deciderà sulla eventuale chiusura di tutti i plessi.