La condanna è leggermente inferiore a quanto richiesto nel corso della sua requisitoria dal pubblico ministero. Dopo la camera di consiglio, il Tribunale di Latina ha emesso la sentenza. Quattro anni e due mesi di reclusione, è questa la condanna inflitta ad Andrea Veltre, 27 anni, imputato in un processo che si è concluso davanti al Collegio Penale del Tribunale di Latina per reati di natura sessuale. In sede di requisitoria, il pubblico ministero aveva ricostruito i fatti sostenendo gli elementi raccolti a carico del giovane che in aula non è mai comparso per dei fatti avvenuti nel 2012 su cui la Procura aveva aperto una inchiesta.
L'imputato, secondo l'accusa, aveva adescato sul web una ragazza più piccola di lui di alcuni anni e che era caduta in una trappola. In quell'occasione il giovane si era spacciato per una donna e aveva prospettato all'adolescente l'ipotesi di entrare nel mondo della moda con una carriera folgorante ma serviva un book fotografico e delle foto da poter inviare a qualcuno già accreditato nel campo dello spettacolo. In questo modo - sempre secondo quanto hanno ricostruito gli inquirenti - l'imputato era riuscito a convincere la ragazzina e a chiederle alla fine delle foto in abiti succinti che lei ha inviato.

Tra gli scatti che sono finiti nell'inchiesta ci sono anche tre immagini dove l'adolescente era a seno nudo. A capire che c'era qualcosa di strano nel comportamento della ragazzina, erano stati i genitori che avevano iniziato a «indagare» e a scoprire che la figlia aveva inviato delle foto intime ad un sedicente agente per modelle che in realtà era un ragazzo. La presunta agenzia che avrebbe garantito alla ragazzina di fare carriera, in realtà era una copertura per cercare di avere delle foto hard.
Dopo la scoperta e un primo momento di smarrimento, i genitori dell'adolescente avevano presentato una denuncia in Procura chiedendo al pm l'esercizio dell'azione penale e la polizia postale aveva indagato perquisendo l'abitazione del ragazzo, vicino Latina e sequestrando in un secondo momento anche il computer da cui erano venute fuori le foto incriminate.

DA NON PERDERE!

Tutti gli approfondimenti su questo argomento sono disponibili nell'edizione odierna, in edicola o nella versione digitale di Latina Oggi.

EDICOLA DIGITALE: Approfitta dell'offerta, un mese a soli € 0.99