Non c'è stato niente da fare per salvare la vita della ragazza di 25 anni coinvolta nello spaventoso incidente stradale di ieri sera in viale Le Corbusier a Latina: Giulia Crispino, originaria di Cisterna, è morta poco dopo il suo arrivo in ospedale, trasportata da un'ambulanza del 118 in condizioni disperate.

Fatale lo schianto con la moto del fidanzato suo coetaneo, grave anche lui, ma non in pericolo di vita, mentre percorrevano viale Le Corbusier poco dopo le 22:30. I rilievi necessari per chiarire la dinamica del sinistro si sono protratti a lungo nel corso della notte, con gli agenti della Polizia Stradale del Distaccamento di Terracina che hanno effettuato tutti i riscontri del caso e raccolto una serie di testimonianze che hanno richiesto la chiusura della strada con l'ausilio della Squadra Volante della Questura. Stando a una prima ricostruzione dei poliziotti coordinati dal sostituto commissario Giuliano Trillò, la Yamaha Fazer con i due giovani in sella proveniva dalla Pontina e procedeva verso il centro a velocità sostenuta, quando una microcar guidata da un adolescente è sbucata dal parcheggio dell'ex università, diretta verso la statale.

Sorpreso dalla manovra della minicar che gli ha tagliato la strada, il centauro ha perso il controllo della ruota anteriore in frenata, con la moto e i due giovani che sono carambolati sull'asfalto per diversi metri, schiantandosi contro i cassonetti. Molto probabilmente i due mezzi non sono neppure entrati in collisione tra loro, ma la dinamica è stata comunque terribile e a nulla è servito l'intervento immediato di un'ambulanza del 118, che ha la postazione proprio lì vicino, per salvare la vita della ragazza: rianimata sulla posto, è stata trasportata d'urgenza presso il pronto soccorso, ma non sono bastati gli sforzi dei medici di salvarle la vita. Sulla base degli accertamenti condotti dai poliziotti del vice questore aggiunto Gian Luca Porroni è stata avviata un'inchiesta sull'accaduto.

Un gravissimo incidente stradale si è registrato poco dopo le 22:30 in viale Le Corbusier, a poca distanza dallo svincolo della statale Pontina. In circostanze al vaglio della Polizia Stradale, intervenuta con una pattuglia del distaccamento di Terracina per i rilievi del caso con l'ausilio della Squadra volante, una moto con due giovani a bordo è scivolata lungo la strada forse per evitare la collisione con una microcar: scivolando, i due centauri di 25 anni circa sono stati sbalzati per diversi metri, riportando gravi conseguenze, entrambi soccorsi e trasportati in ambulanza presso il pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria Goretti di Latina. A riportare le conseguenze peggiori è stata la passeggera, rianimata su posto e trasportata in condizioni gravissime. Stando a una prima ricostruzione degli agenti del sostituto commissario Giuliano Trillò, la microcar avrebbe imboccato viale Le Corbusier in direzione della Pontina in uscita dal parcheggio dell'ex università tagliando la strada al motociclo che arrivava in direzione opposta. Probabilmente non c'è stato un vero e proprio impatto tra i due mezzi, ma la manovra del quadriciclo avrebbe fatto sbandare la moto.

di: La Redazione