La Corte di Cassazione ha emesso la sentenza. Dal Tribunale militare il processo per i presunti episodi di nonnismo avvenuti al Comani di Latina, trasloca nell'ufficio giudiziario di piazza Bruno Buozzi. I giudici della prima sezione hanno deciso che gli atti saranno trasferiti nel capoluogo pontino. Nei giorni scorsi un legale di uno degli otto imputati che devono rispondere di lesioni pluriaggravate in concorso, aveva presentato ricorso e la Suprema Corte si è pronunciata sul conflitto di giurisdizione e ha stabilito che la competenza territoriale è quella del capoluogo pontino. I militari erano stati chiamati in causa da Giulia Schiff, la ragazza di 22 anni che sognava di diventare top gun e che aveva denunciato degli episodi di nonnismo in occasione del battesimo dell'aria al Comani.