Dalle parole ai fatti. Non è passato neanche un mese da quando l'advanced advisor pontino, Leonardo Valle, con tutto il team di Cethegus ha presentato al pubblico, comprese le autorità e le istituzioni, il nuovo ecosistema della provincia, un progetto capace di coniugare storia, cultura, territorio, imprenditoria e turismo nel meraviglioso contenitore che è Latina. Di fatto il territorio era già pronto ad un'esperienza di questo tipo, bastava una "piccola" spinta, ed eccola qua. Si parte con la prima fase della realizzazione di questo ambizioso progetto e lo si farà con due appuntamenti di grande rilievo. Il 20 giugno sono attesi in provincia alcuni dei più importanti incoming manager del panorama internazionale. «Questo appuntamento sancirà l'avvio del nostro piano di marketing territoriale» spiega Valle, illustrando un processo che si trova all'estremo opposto della semplicistica e inflazionata abitudine di ridurre il tutto in un semplice post su Instagram e Facebook. «Dobbiamo essere concreti nelle cose che facciamo - prosegue Valle - Dobbiamo portare occasioni di business che valorizzano il territorio». Da qui l'idea di portare a Latina i responsabili del Fiavet, guidata qui a Latina da Cesarino Altobelli, insieme al presente il presidente nazionale, e molti altri responsabili di realtà professionali del settore. In questo modo, questi professionisti del turismo verranno accompagnati fisicamente nel territorio, vivendo l'esperienza di Cethego. «Vedranno le nostre bellezze, mangeranno i nostri prodotti, nei nostri luoghi, in pieno stile farm to fork (dall'allevamento al piatto), così che l'esperienza possa essere vincolata al meglio per i clienti», sottolinea Valle. Intanto, oggi pomeriggio, alle 18 presso l'hotel Fogliano, verrà presentato il "biglietto da visita" di Cethegus, ossia il libro edito da LabDfg che racconta l'epopea del mito di Cethego, ma che allo stesso tempo illustra la ricchezza del territorio grazie alle fotografie da maestri quali Antonio Politano (reeporter per Repubblica e National Geographic Italia), Marcelllo Scopelliti e Jacopo Ripepi. Con loro, i narratori d'eccezione del territorio Marco Frittella e Carmen Pellegrino, quest'ultima nella cinquina del Campiello 2021. «Sempre attraverso il libro, analizziamo potenziali turisti target per il territorio - prosegue Valle - e ne abbiamo scoperti tantissimi. Ci sono i cicloturisti e i naturalisti, gli sportivi di mare, di sabbia, quelli delle grandi o delle mezze maratone. Ma c'è anche il turista enogastronomico, quello artistico e quello storico, che possono godere di bellezze come Torre Astura e il Castello di Sermoneta, per citarne due».
Insomma, quella di Cethegus una sfida che prosegue e che vede vincere chi ci ha voluto scommettere. «I privati vanno avanti con entusiasmo - conclude Valle, lanciando un messaggio alle istituzioni - Se la politica sarà all'altezza si metterà a disposizione del progetto. Di certo, gli imprenditori non aspetteranno che la politica faccia i primi passi, ma si attiveranno a priori». Un ultimo aspetto di grande interesse, sempre nel quadro del partenariato e dei bandi europei: la riviera di Cethegus avrà come operatori soggetti diversamente abili, i quali accoglieranno turisti tra le opere d'arte dell'Open Museum.