Fermato dalla Polizia Stradale per un controllo al casello di Firenze Nord dell'autostrada A1, un uomo di Latina, insospettabile corriere della droga, è stato arrestato perché viaggiava con un furgone rubato che nascondeva al suo interno un carico ingente di hascisc, 125 chili di panetti sistemati in un doppio fondo che gli agenti hanno scovato ispezionando il veicolo. In manette è finito Daniele Piovesan di 58 anni, latinense residente nella zona di Borgo Carso, piuttosto conosciuto per la sua attività nel settore del soccorso stradale.

Stando alle prime informazioni trapelate ieri, a margine dell'operazione di polizia, l'uomo del capoluogo pontino altro non era che un corriere della droga, ingaggiato per il trasporto del carico. Le indagini avviate dopo il suo arresto sono mirate a individuare l'organizzazione per la quale operava. Più di qualche elemento, in ogni caso, sembra indirizzare gli accertamenti proprio verso la provincia di Latina: a partire dal fatto che il furgone stesso era stato rubato nel territorio pontino.

Non è ancora chiaro se Piovesan stesse uscendo dall'autostrada, oppure se stava imboccando l'A1. Gli investigatori dovranno stabilire la sua direzione di marcia per capire dove fosse diretto quel carico di hascisc. Fatto sta che il 58enne di Borgo Carso stava transitando per il casello di Firenze Nord quando è incappato in una pattuglia della Polizia Stradale della sottosezione di Firenze impegnata in un normale posto di controllo. L'uomo era alla guida di un autocarro che in apparenza era in regola, ma c'era qualcosa, nei documenti del mezzo, che hanno insospettito gli agenti: verifiche più approfondite, hanno permesso infatti di accertare che il mezzo cassonato in realtà era stato rubato due mesi prima nella zona di Latina.

Controllando meglio il veicoli, i poliziotti hanno notato che il pianale di legno, posto a protezione del vano di carico, era leggermente sollevato e le viti di fissaggio non erano perfettamente posizionate: controllando meglio, gli agenti hanno scoperto che dietro quei pannelli c'era qualcosa. Smontato il furgone, è stata scoperta una botola ad azionamento idraulico che nascondeva un doppiofondo: all'interno c'erano 26 buste di cellophane termosaldate che contenevano confezioni sferiche. In quegli involucri c'erano panetti di hascisc per un totale di 125 chili.

Una volta scoperto il carico illecito, Daniele Piovesan è stato arrestato e associato presso la casa circondariale di Solliciano su disposizione della Procura di Firenze che ha disposto il sequestro di autocarro e droga per le ulteriori indagini del caso.