Era ai domiciliari ormai da qualche mese per scontare un cumulo di pene rimediate a seguito di diversi reati, quasi tutti legati al traffico di stupefacenti il 48enne nato a Terracina ma residente a Sonnino che è finito ieri in  carcere.

Ad eseguire l'ordinanza di aggravamento della pena sono stati i Carabinieri della Stazione di Sonnino, guidati dal Luogotenente Gaetano Borrelli che hanno dato esecuzione ad un provvedimento del Tribunale di Sorveglianza di Roma mosso dalle risultanze investigative esposte dagli stessi Militari afferenti alla Compagnia di Terracina, guidata dal Capitano Francesco Vivona. In almeno tre circostanze l'uomo era statofermato fuori dal proprio domicilio in violazione alle restrizioni e questo ha fatto scaturite la custodia cautelare in carcere che passerà presso la casa circondariale di Rieti.