E' convocata presso il Ministero del Lavoro per il prossimo 27 luglio la riunione per l'applicazione della casa integrazione in deroga per i 74 lavoratori del punto vendita Panorama. Il gruppo di Venezia ha già formalizzato che il supermercato all'interno di Latina Fiori chiuderà il 31 luglio «a causa di sfavorevoli e irreversibili andamenti economici negativi». Dunque non ci sono alternative alla cig a zero ore che durerà perlomeno fino a quando lo stesso punto vendita non verrà rilevato da altri marchi e in quel caso dovrà comunque partire una trattativa per il riassorbimento del personale. All'incontro del 27 sono convocati i delegati provinciali di categoria di Cgil, Cisl e Uil che, invano, nei mesi scorsi avevano cercato una soluzione che evitasse la cassa integrazione e consentisse ai lavoratori di passare direttamente dal gruppo Pam ad altro gestore, il che avrebbe potuto anche evitare la chiusura del punto vendita. Invece il documento proposto al Ministero parla di «impossibilità di ricollocazione immediata delle maestranze impiegate».
Sul piano pratico la cig partirà a settembre perché il personale verrà utilizzato nel mese di agosto per svuotare il supermercato.