La lotta provinciale al Covid-19 continua. E su tutti i fronti. Anche ieri è stata una giornata intensa, cominciata con la seconda giornata della tappa di Terracina del Vax tour e proseguita con una notizia che ha fatto tornare in funzione al massimo livello gli allarmi degli addetti ai lavori: un nuovo pontino contagiato dalla variante Delta. E in serata è arrivato anche l'annuncio del prossimo vertice in Prefettura per il coordinamento dei controlli per questa stagione estiva. Andiamo con ordine, dunque, partendo dall'uomo risultato positivo alla ex mutazione indiana: si tratta di un cittadino di Latina che lavora a Roma e che aveva già ricevuto una dose del vaccino Pfizer. Il contagio risale al 25 giugno ma soltanto ieri è arrivata la conferma dall'Istituto Spallanzani di Roma dopo il sequenziamento del tampone. La Asl di Latina sta facendo ora le verifiche su tutti i contatti avuti dall'uomo tra il 19 e il 25 giugno, giorno in cui, come detto, gli è stato quandiagnosticato il contagio Delta.

Capitolo Vax tour. Ieri a Terracina sono state effettuate altre 150 somministrazioni vaccinali nel camper della Asl che, sommate a quelle della prima giornata, hanno portato il conteggio complessivo a quota 350. E da oggi, fino alle 23.00, si passerà al Centro commerciale Itaca di Formia per una tre giorni di somministrazioni utili a smaltire le richieste. Il successo dell'iniziativa della Asl, che alla fine si è concentrata soprattutto sulla vaccinazione dei cittadini di origine indiana, sta portando la stessa Azienda sanitaria a propendere per il proseguimento del Vax tour anche dopo il 19 luglio, giorno in cui è prevista l'ultima tappa di Fondi. In cantiere, infatti, c'è un ulteriore incremento della vaccinazione dei Sikh per immunizzarne il maggior numero possibile.