Aggredirono e rapinarono del cellulare un uomo dopo un rapporto sessuale a pagamento intrattenuto dalla donna con la vittima.
Sono stati condannati lo scorso venerdì dal giudice del tribunale di Latina a 4 anni e 4 mesi di reclusione un uomo e una donna di 28 anni che nel 2020 a Terracina aggredirono un indiano col quale la donna aveva appena avuto un rapporto sessuale a pagamento.
La vicenda risale al marzo del 2020, primo mese di lockdown duro, dovuto alla diffusione della pandemia.
Dalla ricostruzione operata dai militari dell'Arma dei carabinieri della Compagnia di Terracina nelle immediatezze dei fatti, la coppia, già nota in città per aver avuto dei problemi di tossicodipendenza, avrebbe agito proprio per ottenere i soldi necessari all'acquisto dello stupefacente. Una volta consumato il rapporto, però, la coppia deve aver ritenuto insufficiente il pagamento in denaro ottenuto dal "cliente" e per questo, subito dopo essere andati via, sarebbero tornati indietro, facendo irruzione nell'abitazione della vittima che, dopo essere stata aggredita sarebbe stata rapinata del cellulare.
I due si erano poi dileguati ma lo straniero non ci ha pensato due volte e ha presentato denuncia ai carabinieri. Le indagini non durarono molto.
I militari della locale Stazione agli ordini del comandante Antonino Ciulla consentirono di risalire subito ai due, che vennero rintracciati e denunciati per i reati di concorso in rapina e minacce.
Nei giorni scorsi c'è stata la sentenza, con la condanna a 4 anni e 4 mesi, probabilmente dovuta anche ai precedenti della coppia.