"So di non aver fatto nulla". Queste le dichiarazione rilasciate ad AdnKronos dall'eurodeputato della Lega, il pontino Matteo Adinolfi, a margine dell'operazione scattata questa mattina a Latina, che ha portato agli arresti domiciliari dell'imprenditore Raffaele Del Prete e di Emanuele Forzan, accusati di aver comprato dei voti dal clan Di Silvio (scambio elettorale politico-mafioso, il reato) proprio per favorire l'allora capolista di Noi con Salvini, ossia l'europarlamentare.

"Vediamo cosa dicono le carte, ho piena fiducia nella magistratura - ha dichiarato Adinolfi - Non aggiungo altro, ora sto rientrando a Bruxelles"