Questa mattina la Polizia di Stato di Latina ha notificato altri due provvedimenti di divieto di accesso agli esercizi pubblici ed ai locali di pubblico trattenimento, il cosiddetto Daspo Willy.

I fatti sono avvenuti alcune settimane fa all'esterno di un pub del centro di Latina, ove M.M. di 40 anni e R.D. di 39 anni sono stati tra i protagonisti di una violenta rissa, insieme con altri non ancora identificati.

Nei loro confronti il Questore di Latina, dopo la necessaria istruttoria procedimentale, ha emesso un provvedimento della durata di sei mesi, che impedirà loro di entrare o anche solo di stazionare nei pressi di locali ed esercizi pubblici del capoluogo.

Negli ultimi mesi il Questore ha emesso 27 daspo urbani (c.d. daspo Willy) nei confronti di persone denunciate alla Procura di Latina e Cassino, che si erano resi responsabili di reati nei pressi di esercizi pubblici o di locali delle zone della movida.

Nel medesimo periodo, il costante e meticoloso monitoraggio dei soggetti pericolosi in questa provincia ha permesso di irrogare ben 85 avvisi orali, attraverso i quali il Questore ha avvisato i destinatari dell'esistenza di indizi precisi sulla loro condotta illecita.

Se in futuro gli stessi non osserveranno le prescrizioni che gli sono state imposte, potranno essere sottoposti alla misura di prevenzione personale più grave della sorveglianza speciale di P.S., cosa già avvenuta, negli ultimi mesi, nei confronti di 4 pregiudicati.