Nel corso della mattinata odierna, a Latina, i carabinieri della sezione Radiomobile, a conclusione degli accertamenti scaturiti in seguito al rinvenimento di armi avvenuto il 18 luglio scorso, sulle sponde del locale Canale Mussolini, di una fuciliera contenente 3 fucili, oggetto di furto consumato il 18 giugno scorso, denunciavano un 68enne del posto per "ricettazione e detenzione abusiva di armi, nonché per omessa denuncia di armi all'autorità".

Nella circostanza i militari operanti rinvenivano, oltre a quanto denunciato dalla vittima quale compendio di furto , anche un ulteriore fucile doppietta cal.28 senza matricola ed una canna Breda, montata su altro fucile, mai denunciate dal possessore all'autorità di p.s. competente.

I controlli eseguiti rientrano in un'attività ad ampio raggio, svolta sul territorio provinciale, finalizzata alla prevenzione ed al contrasto dei delitti compiuti con l'uso di armi da fuoco anche regolarmente denunciate, per verificarne la regolare detenzione ed  il giusto possesso.  

Le armi rinvenute sono state poste sotto sequestro per gli accertamenti del caso.