Restano agli arresti domiciliari l'ex senatore del Pd Claudio Moscardelli e l'ex direttore amministrativo della Asl Claudio Rainone, finiti agli arresti domiciliari lo scorso primo luglio per l'inchiesta sullo scandalo dei concorsi truccati alla Asl di Latina.

I reati contestati sono quelli di corruzione e rivelazione aggravata di segreto d'ufficio e i giudici del Riesame hanno sciolto la riserva respingendo la richiesta presentata dalle difese di annullare la misura restrittiva richiesta dai pm Valerio De Luca e dall'Aggiunto Carlo Lasperanza e firmata dal giudice Giuseppe Cario. Le motivazioni si conosceranno tra 45 giorni.