La Polizia  di Latina nella giornata odierna ha adottato il provvedimento di divieto di accesso agli esercizi pubblici ed ai locali di pubblico trattenimento nei confronti di tre giovani. Gli stessi, B.M. di anni 18 e L.D. di anni 18, già noti alle Forze dell'Ordine, insieme a R.G. di anni 20, si sono resi autori di un episodio che ha messo in pericolo l'ordine e la sicurezza pubblica nel parcheggio adiacente la zona pub. Nella circostanza i tre hanno minacciato gravemente una ragazza, costringendola a fuggire e, per tali fatti, tutti e tre sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di minacce. Inoltre B.M., qualche giorno prima, si era reso autore di un altro episodio avvenuto all'esterno di un pub ubicato in questo centro: durante un litigio con altri coetanei, danneggiava le suppellettili di quell'esercizio pubblico gettandole a terra. Anche in tale circostanza è stato deferito in stato di libertà per danneggiamento.

Il Questore di Latina, a seguito di tali fatti, ha applicato la recente normativa del Daspo Willy emettendo nei loro confronti i provvedimenti di divieto di accesso, per la durata di anni uno, e lo stazionamento nei pressi dei locali pubblici o aperti al pubblico destinati alla somministrazione di alimenti e/o bevande quali pub, taverne, bar e ristoranti nonché locali di pubblico intrattenimento quali discoteche, locali notturni, locali da ballo, ed affini ricadenti nella zona della c.d. movida del Comune di Latina. Qualora dovessero violare il provvedimento adottato nei loro confronti, i giovani rischierebbero da 6 mesi a 2 anni di carcere ed una multa che va da 8.000 a 20.000 euro.