Mentre una rete di istituzioni e soggetti pubblici e privati si stava impegnando per far riaprire il centro commerciale «Morbella», c'è stata una delle peggiori fratture all'interno del Com, ossia il consorzio che gestisce la struttura. Al punto che la vicenda è divenuta oggetto di un esposto nel quale si contesta, quantomeno, il mancato rispetto delle norme anti covid. I fatti sono illustrati nella denuncia presentata da sei operatori consorziati: tutto è accaduto all'inizio dei lavori previsti all'interno di un locale scelto dal Presidente del Consorzio, Salvatore Centola, e considerato dai convocati «piuttosto angusto per rispettare le norme anti contagio»; inoltre il presidente aveva previsto la presenza di una guardia privata che consentiva l'accesso ma non l'uscita. Ciò, secondo i sei operatori che hanno depositato la denuncia, ha di fatto inficiato i lavori per il mancato rispetto delle norme anticovid. Dunque caos e liti all'interno dell'assemblea poi la richiesta di intervento della polizia e la successiva denuncia esposto con cui si chiede di accertare eventuali responsabilità e violazioni sia di legge che del regolamento per le assemblee consortili del Com. Il paradosso di questa storia, al netto dell'accertamento su quanto accaduto e la rilevanza penale, è che ciò si è verificato nelle stesse ore in cui i Vigili del Fuoco si prodigavano per accettare la certificazione di avvenuta conclusione dei lavori di manutenzione necessari a garantire la sicurezza della struttura. E mentre l'ufficio Suap del Comune predisponeva la comunicazione necessaria per la determina che venerdì pomeriggio ha reso possibile riaprire il centro commerciale Morbella, dopo quindici giorni di stop dovuto, appunto, alla necessità di intervenire per risolvere i gap di sicurezza strutturale rilevati dai Vigili. Come si sa, gli strascichi dello scontro avvenuto nel corso dell'assemblea consortile di venerdì si sono visti anche sabato mattina, primo vero giorno di ripresa di tutte le attività interne al centro Morbella. Sabato, appunto, alcuni titolari di esercizi commerciali sono stati multati dal presidente del Consorzio, Salvatore Centola, perché è stato loro contestato di aver aperto in ritardo rispetto all'orario stabilito dal regolamento del Com. Dunque si va avanti così, tra una contestazione e una multa.