Dopo il padre di 43 anni e il figlio di appena 2 anni, si allarga il contagio nel nucleo familiare di Formia. Un vero e proprio cluster in casa alla luce dei sette positivi complessivi accertati ieri dalla Asl di Latina dopo i tamponi di prassi. Come noto, il capo famiglia e il piccolo sono entrambi ricoverati in terapia intensiva per due gravi polmoniti e problemi respiratori: il primo nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Dono Svizzero di Formia e il secondo sotto controllo in quello del Bambino Gesù di Roma. L'Azienda sanitaria locale pontina aveva anche appurato che l'uomo non si era ancora vaccinato e nelle ultime ore è arrivata la conferma che anche il resto dei componenti del nucleo familiare non ha ricevuto le somministrazioni anti-Covid. Così la stessa Asl, adesso, vuole capire se la mancata vaccinazione sia da attribuire a una prenotazione ancora da fare o a una scelta ben precisa dell'intera famiglia formiana, che potrebbe rifiutare i farmaci a disposizione come altri "no vax".