Non accettavano l'omosessualità del figlio e hanno iniziato a maltrattarlo sia dal punto di vista psicologico che fisico. Per lui è stato un inferno che sembrava non finire mai. Riceveva i pugni dal padre e i colpi della cinta dei pantaloni della madre. E' quello che succedeva a casa ed è quello che è emerso in una inchiesta della Procura che ha portato alla denuncia a piede libero di un uomo e una donna, entrambi di origine straniera di 49 e 53 anni, che hanno maltrattato il figlio che all'epoca dei fatti era minore. I fatti sono avvenuti vicino Latina tra il 2017 e il 2019 e il ragazzo aveva deciso di denunciare tutto. Per gli inquirenti la condotta era abituale per ledere l'integrità psicologica del ragazzo.