Dopo anni di attesa e una spesa di circa 48 mila euro, parte ufficialmente il progetto e-bike, con la Polizia Locale e i dipendenti comunali in sella alle bici acquistate nel 2017 per dare il buo esempio riducendo le emissioni di CO2 in atmosfera.
Ieri pomeriggio il dirigente della Polizia Locale Massimo Giannatonio e altri cinque agenti della Polizia Locale di Viale Europa, muniti di caschetto e protezioni, hanno finalmente inaugurato l'uso delle biciclette nuove di zecca in strada: nei prossimi mesi potrebbero essere utilizzate anche in occasione di alcuni servizi di controllo nelle zone centrali della città. Il "taglio del nastro" ha coinciso con la manifestazione "giro le vite spezzate day", la parata in bicicletta di sensibilizzazione sul tema della sicurezza sul posto di lavoro e per ricordare le vittime del lavoro, che si è svolta contemporaneamente in 14 comuni italiani. Di qui la scelta, tutt'altro che casuale, di inaugurare l'inizio di attività delle e-bike proprio nel giorno della parata per le vie del centro. Il progetto era nato nel 2017, quando furono acquistate le 20 e-bike a pedalata assistita a disposizione dei dipendenti del Comune di Aprilia e della Polizia Locale, ma con il passare del tempo i mezzi, dotati anche di centralina per il controllo della qualità dell'aria, sono rimasti parcheggiati presso l'autoparco. Solo qualche settimana fa, l'acquisto dei caschi e delle protezioni ha fatto ben sperare circa la possibilità che le dieci e-bike rimaste potessero finalmente entrare in funzione. Da ieri finalmente le bici a pedalata assistita sono entrate effettivamente in uso.