Roberto Ciavolella dovrà risarcire i clienti beffati durante la sua esperienza da promoter. Ieri pomeriggio il giudice Zampi ha condannato l'ormai ex consulente finanziario a due anni di reclusione, pena sospesa per i reati rimasti indenni dalla prescrizione che ha, invece, cancellato molte delle contestazioni originarie. Il giudice oltre che alla pena detentiva ha condannato Ciavolella a pagare una multa e a risarcire in solido con la banca per cui lavorava tutte le parti civili per un ammontare totale di 3 milioni di euro circa.
Si tratta di persone danneggiate per piccoli investimenti. Nel corso del dibattimento alcune testimonianze delle parti civili sono state drammatiche. le vittime erano anziani pensionati, casalinghe, lavoratori dipendenti, oltre ad alcuni imprenditori, tutti illusi di poter guadagnare con i loro risparmi accantonati con fatica. Quella messa in campo da Roberto Ciavolella è stata una delle truffe più importanti, e famose, scoperte in provincia di Latina.