Un altro supermercato è finito nel mirino dei ladri, una banda di specialisti entrata in azione a caccia degli incassi. L'incursione notturna di ieri al Todis di viale Kennedy è stata di quelle fulminee, giusto il tempo per gli scassinatori di entrare nell'attività commerciale per sradicare la cassaforte e portarla all'esterno per la fuga altrettanto rapida. Tutto lascia pensare agli stessi banditi che hanno firmato gli ultimi colpi simili tra Latina e dintorni, ma gli investigatori della Polizia non escludono ancora alcuna ipotesi.
Il blitz dei soliti ignoti è scattato intorno alle 2:30 di ieri notte, quando i ladri si sono presentati nel piazzale antistante al centro commerciale Agora con gli arnesi e i mezzi necessari per il colpo, consumato con metodi tanto rudimentali quanto efficaci. A dare l'allarme sono stati alcuni residenti svegliati dal trambusto, ma quando una pattuglia della Polizia è piombata sul posto, i banditi avevano fatto giusto in tempo a scappare con la cassaforte, evitando per un soffio la cattura.
Stando a una prima ricostruzione dei fatti, gli scassinatori hanno abbattuto una vetrina che affaccia direttamente sulle casse, dopo avere sradicato la grata di protezione, poi si sono lanciati sulla cassaforte interna, utilizzata per conservare gli incassi di giornata in attesa dei prelievi. Probabilmente i ladri avevano studiato con attenzione il loro ultimo obiettivo perché si sono mossi con particolare abilità.