Da giorni gli investigatori della Polizia sono sulle tracce di una banda di ladri, veri e propri specialisti che alcune notti fa hanno messo a segno un furto sensazionale riuscendo a svuotare la cassaforte di una gioielleria di Latina Scalo. Gli scassinatori hanno agito praticamente indisturbati, mettendo in atto un piano studiato nei minimi particolari che ha consentito loro di raccogliere un bottino ingente di gioielli, nel giro di una notte: in attesa di un inventario dettagliato dell'ammanco, è stato stimato un danno che dovrebbe aggirarsi attorno ai centomila euro tra preziosi e oro.

Il furto risale alla notte di mercoledì, ma per tutta la durata dell'azione criminale i ladri sono riusciti a evitare che il sistema antintrusione di cui è dotato il negozio potesse mandare in fumo il loro piano. Semplicemente perché sono riusciti a tagliare e svuotare il caveau senza entrare nella gioielleria: proprio così, ci sono riusciti con astuzia, approfittando di circostanze a loro favoreli, che denotano però uno studio approfondito della zona in cui hanno colpito, ma anche e soprattutto dell'obiettivo. Ed è proprio attorno a questa teoria che si muovono le indagini della Questura, perché se i banditi hanno dovuto compiere dei sopralluoghi preliminari, molto probabilmente hanno lasciato delle tracce.