In fila per il tampone. C'era da aspettarselo con l'entrata in vigore delle nuove disposizioni sul Green pass obbligatorio per andare a lavorare, diventate operative dal 15 ottobre: se non sei vaccinato puoi ottenere il lasciapassare soltanto "grazie" all'antigenico da fare ogni 48 ore (o al molecolare, validità 72 ore). E dove farlo? In farmacia naturalmente. Possibilmente in quella più conveniente. La stragrande maggioranza dei cittadini non vaccinati del capoluogo hanno scelto il presidio sanitario Fontevita, in via San Carlo da Sezze, dove è possibile effettuare un test rapido rinofaringeo (l'unico autorizzato - oltre al molecolare - per ottenere il semaforo verde) a metà prezzo rispetto alle altre farmacie. Invece che 15 euro, per gli adulti il costo dell'esame in via San Carlo da Sezze è di 8 euro (stesso prezzo per i pacchetti: 10 tamponi a 80 euro).
E per chi è costretto a farlo ogni 48 ore (tanto dura il pass temporaneo ottenuto con l'antigenico) per andare a lavorare e a proprie spese, si tratta di un "guadagno" non indifferente, tale da mettersi in coda e attendere anche due-tre ore aspettando il proprio turno pur di ottenere quel codice necessario non più soltanto per sedersi al cinema, nei ristoranti e nei pub, ma adesso anche per esercitare la propria professione.