Ogni 48 ore si recano in farmacia per sottoporsi al tampone necessario per ottenere il lasciapassare che permette di presentarsi sul posto di lavoro. E' la condizione in cui si trovano quasi 400 indiani che vivono e lavorano nella nostra provincia, sono 370 per l'esattezza gli stranieri che si mettono in coda davanti alle farmacie di San Felice Circeo, Pontinia, Sabaudia, Terracina e Fondi in particolare, ma anche nella parte nord del territorio, tra Aprilia e Cisterna. Molti sono stati vaccinati a luglio, qualcuno anche a giugno e agosto, beneficiando dell'iniziativa promossa dalla Asl che ha messo a disposizione della comunità Sikh la campagna vaccinale itinerante, quella effettuata con un camper che ha viaggiato per tutta la provincia. E il vax tour sul territorio ha riscosso un grandissimo successo, con una massiccia adesione della comunità indiana che ha risposto presente. Tutti vaccinati con il monodose Johnson&Johnson. Oltre 7mila Sikh sono stati immunizzati da maggio ad agosto, per bloccare sul nascere la diffusione dell'allora temuta variante indiana (mutazione Delta del virus): in gran parte cittadini con regolare permesso di soggiorno, ma anche parecchi irregolari. E proprio gli irregolari adesso si trovano in una situazione anomala: sono vaccinati ma non hanno il Green pass. Sono sprovvisti della tessera sanitaria che permette di scaricare il lasciapassare e, in sostituzione, hanno in mano il cosiddetto STP, vale a dire una sorta di "codice sanitario transitorio" che dovrebbe comunque permettere di entrare in possesso del semaforo verde per andare a lavorare nei campi. Il codice STP viene rilasciato allo straniero privo di permesso di soggiorno a seguito di una dichiarazione dei propri dati anagrafici e di una dichiarazione di indigenza, ha validità su tutto il territorio nazionale e dura 6 mesi. E questo codice, come detto, dovrebbe garantire l'accesso al pass, soltanto in teoria perché al momento quasi 400 indiani irregolari presenti nella nostra provincia sono costretti a fare il tampone a proprie spese per recarsi sul posto di lavoro.