Una lunga scia di sangue persa da uno dei due feriti è ciò che rimane della violenta lite scoppiata tra due giovani cittadini nigeriani per l'amore di una donna, entrambi finiti in ospedale. Sul fatto indaga la Polizia di Stato del Commissariato di Cisterna. Gli agenti sono intervenuti martedì sera su corso della Repubblica, mentre lo staff sanitario stava medicando un ragazzo trovato da alcuni passanti sul ciglio della strada con vistose ferite da taglio. La volante dopo aver raccolto le prime testimoninze della persona ferita e degli operatori sanitari hanno iniziato subito un controllo della zona, trovando in strada un'altra persona di nazionalità nigeriana, pressoché coetaneo del giovane soccorso, anche lui con ferite da taglio sul corpo. Così è stata allertata una seconda ambulanza che ha provveduto a soccorrere anche quello che gli indizi portano a dire essere l'altro contendente della violenta lite.
L'attività di indagine dei poliziotti continua in queste ore in modo serrato per ricostruire l'intero accaduto. Ovviamente bocche cucite dal Commissariato di via Croce; dalle poche informazioni raccolte sembra che i due siano venuti alle mani (e non solo) nella zona del parcheggio della stazione ferroviaria. E dopo essersele date di santa ragione è sbucata una o più lame. Le ferite riscontrate sui corpi dei due contendenti infatti sembrerebbero dovute ad un coltello. Una lite poi proseguita per le strade adiacenti alla stazione, fino a pochi metri da corso della Repubblica, dove poi è stato trovato uno dei due. Il motivo del contendere una ragazza.