Restano tutte in carcere le sette persone arrestate la notte tra il 23 e il 24 dicembre a Fondi, all'esito di un'operazione di polizia che ha portato al sequestro di 75 chilogrammi di droga, armi ed esplosivi, tutto nascosto nelle auto e nel doppio fondo di un furgone. Così ha stabilito il gip del tribunale di Latina Giorgia Castriota, al termine dell'udienza di convalida. Il giudice per le indagini preliminari ha condiviso integralmente la linea della procura sulla gravità dei fatti. Interrogati nella giornata di domenica, gli indagati Onorato Rotunno, Gianluca Del Vecchio, Luca Fabrizio, Alberto Di Vito, Francesco Paolo Carnevale, Alessandro Artusa e Paolo Rea si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Sono tutti, a vario titolo, accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, ma anche di detenzione di materiale esplosivo e di armi clandestine e da guerra con relative munizioni. Tra gli avvocati della difesa, Maurizio Forte, Pasquale Cardillo Cupo e Oreste Palmieri,