Il mondo della musica classica, pontina, italiana e internazionale, piange il Maestro Massimo Gasbarroni, scomparso ieri a Suso (Sezze), dove viveva con l'adorata moglie Agnieszka, chiamata da tutti gli amici Agnese: la coppia ha due figli che vivono e lavorano a Londra. Nato a Terracina, Gasbarroni aveva compiuto 87 anni a luglio, ma aveva la vivacità e la passione di un giovane uomo. È stato allievo del primo corso di chitarra classica istituito in Italia, presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma: era considerato fra i chitarristi classici più virtuosi del panorama musicale ed era un superbo artista, tra i migliori esecutori dello strumento nel panorama mondiale. Inizia lo studio della chitarra a Roma negli anni ‘50, sotto la guida di Gian Battista Noceti, che scopre in lui un autentico talento e lo presenta al pubblico romano in alcuni concerti tenuti insieme.

Prosegue la formazione a Santa Cecilia, seguendo poi i corsi di perfezionamento di Andrès Segovia e Alirio Diaz all'Accademia Chigiana di Siena. Successivamente insegna per diversi anni nei Conservatori di Latina (dove è stato per trent'anni), Cagliari, Napoli; tiene seminari e masterclass in molti Paesi e svolge una straordinaria attività concertistica in tutto il mondo, dall'Europa all'ex Unione Sovietica (con tredici tournées nelle filarmoniche e nelle più celebri sale), dalle Americhe al Medio Oriente fino all'Africa mediterranea e continentale. È chiamato spesso a partecipare a festival internazionali di musica e a far parte di commissioni di giurie in concorsi di chitarra, sia come presidente che come commissario. Nel 2015 riceve un Premio alla carriera dalla Regione Lazio. Nel dicembre 2016, in occasione degli eventi natalizi, ha tenuto un concerto al Museo Cambellotti di Latina. Per la conclusione del suo insegnamento nell'istituto musicale pontino, il Conservatorio gli dedicò uno splendido concerto a teatro. Lo ricorda con affetto e grande stima il Maestro Massimiliano Romano, di Sermoneta, che è stato suo allievo al Conservatorio Respighi. Romano organizza con la sua associazione Chitarra Pontina la manifestazione chitarristica "Un dìa de noviembre", di cui per ben sette anni Gasbarroni ha curato le masterclass. "Nel 2020 aveva in programma una prestigiosa tournée in Cina, cui ha dovuto rinunciare per la pandemia": pensa così, con un sorriso, al suo straordinario Maestro. I funerali si sono svolti oggi alle 10 nella chiesa di Suso.