Sembrava un mattatoio la sala di attesa della stazione di Fossanova alle prime luci dell'alba di ieri. Così l'hanno trovata i pendolari che prendono il treno a Priverno per andare al lavoro o all'Università di primo mattino. Rimanendo inorriditi davanti alle chiazze di sangue sul pavimento, agli indumenti macchiati di emocromo. Poi hanno atteso l'apertura del bar per dare l'allarme e avvertire le forze dell'ordine, nello specifico i carabinieri che però già erano al corrente di quanto era accaduto nella sala d'attesa della stazione. Al 112, infatti, era arrivata intorno alla 2 la chiamata da parte del personale allora in servizio presso lo scalo privernate che rendeva noto di una lite in corso tra due cittadini extracomunitari. I due, hanno raccontato i testimoni, appena scesi dal treno già stavano litigando tra loro e, una volta entrati nella sala d'attesa, hanno dato vita a una violenta colluttazione che ha causato ad entrambi contusioni e lacerazioni con perdita abbondante di sangue.
Come detto, il personale della stazione ha provveduto a dare l'allarme al 112 e sul posto sono arrivate l'ambulanza, un'auto medica e la pattuglia del Nucleo Radiomobile dei carabinieri di Terracina. L'ambulanza ha provveduto a prestare le prime medicazioni ai due che sono stati quindi portati al Pronto soccorso dell'ospedale Fiorini di Terracina per le cure specifiche. Suturate le ferite e fermata un'emorragia nasale ad uno dei due, sono stati refertati con prognosi di pochi giorni ed entrambi dimessi.