Nella giornata di ieri gli agenti del commissariato di Cisterna hanno proceduto all'arresto in flagranza di reato S.S., di anni 45, nata e residente in Norma, con precedenti per lesioni, responsabile di estorsione ai danni di un cittadino residente in quel centro.

La vittima, giorni addietro, aveva denunciato lo smarrimento di un marsupio da motociclista con all'interno i documenti della sua moto marca Ducati, le · chiavi . di casa ed altri effetti personali. Nel tentativo di rientrare in possesso di quanto smarrito il denunciante postava sul suo profilo Facebook il suo numero di telefono per eventuali contatti da parte del ritrovatore. Nei giorni successivi, riceveva un messaggio sulla piattaforma di whatsapp da parte di una donna con cui di seguito dava vita ad una trattativa tramite contatti telefonici concordando con lei modalità di restituzione del marsupio, atteso che la donna chiedeva la somma di euro 150.00.Pretese poi ridimensionate ad euro 50.00 .

Lunedì 24 gennaio il denunciante andava a presso il locale Commissariato Uffici riferendo la sua intenzione di aderire alle richieste estorsive della donna, con cui concordava . un appuntamento in zona Doganella di Ninfa . La banconota che avrebbe consegnato alla donna veniva fotocopiata e siglata dalla polizia. Sul posto convenuto, non appena la donna - accompagnata dal suo convivente - riconsegnava la borsa al suo proprietario, ricevendo per contro la banconota da Euro 50.00 precedentemente fotocopiata, i poliziotti sono intervenuti, procedendo al suo arresto per il reato di estorsione. La donna , al termine degli atti di rito, è stata condotta in regime di arresti domiciliari presso il suo domicilio a diposizione dell'A.G..