Una vasta area incolta era stata trasformata in una discarica abusiva di rottami, soprattutto veicoli di vario genere, ma anche rifiuti ingombranti, ovvero rifiuti speciali che avrebbero dovuto rispettare tutte le procedure necessarie per lo smaltimento. Una bomba ecologica nascosta nella periferia di Latina che la Polizia Locale ha scovato nell'ambito dell'attività di pattugliamento e contrasto dei reati, compresi quelli di natura ambientale: una serie di lotti è finita sotto sequestro in strada del Bosco, poco fuori Borgo Bainsizza.
I sigilli sono stati apposti nei giorni scorsi dagli agenti della Circoscrizione Lido della Polizia Locale al culmine di una serie di accertamenti documentali. Il cimitero di rottami è stato all'interno e attorno a una proprietà che un tempo doveva ospitare un'attività artigianale, vista la presenza di un piccolo capannone e altre strutture di piccole dimensioni che non risultano accatastate e alimentano la mole di materiali di scarto perché ormai in parte abbattute dalle intemperie. L'ispezione ha permesso di contare alcune decine di veicoli tra vecchie auto, camper e persino una barca, tutti in stato di abbandono e obsolescenza, tutti da considerarsi rifiuti. Oltre appunto a diversi pezzi e motori di altri veicoli, elettrodomestici e altri rifiuti speciali.