Due anni di reclusione, uno ha patteggiato la pena, l'altro ha beneficiato dello sconto di un terzo garantito dal rito abbreviato. E' l'esito dell'udienza davanti al Gup di ieri mattina per due immigrati di origini albanesi Gjergi Ndokaj e Devilson Kola che vennero tratti in arresto dai Carabinieri di Aprilia il 31 agosto scorso. A loro i militari del Reparto territoriale erano giunti dopo una breve attività di indagine che li aveva portati ad osservare i loro movimenti e soprattutto l'abitazione in cui vivevano in fondo a via Sele, una traversa di via Fossignano.
In quel terreno, oltre all'immobile in cui vivevano i due arrestati, c'era anche un grosso capannone. Ed è qui dentro che i carabinieri al termine di una brillante operazione hanno trovato e sequestrato una maxi piantagione di marijuana: 512 piante per 140 chili di droga.