Dopo aver superato il periodo post-parto nella terapia intensiva neonatale, assistito con la ventilazione meccanica, le condizioni di salute del piccolo Noah sono peggiorate nelle ultime ore a causa di un'infezione che ha reso necessaria un'urgente trasfusione di sangue. Stiamo parlando del bimbo nato prematuramente da Adriana Tanoni, la 28enne di Aprilia deceduta il 20 gennaio presso il reparto Covid dell'ospedale Umberto I a causa di una polmonite interstiziale da SarsCov2. Una settimana prima del decesso la ragazza aveva dato alla luce il suo secondogenito, le cui condizioni di salute non sono più rassicuranti come qualche giorno fa. «Ci hanno chiamato dall'ospedale per informarci di un'infezione e dell'avvenuta trasfusione di sangue, altro per adesso non sappiamo - ha sottolineato la famiglia di Adriana - Siamo molto preoccupati».