Drammatica scoperta ieri pomeriggio in un locale dismesso di un'azienda agricola alle porte di Latina, tra il capoluogo e il lido nella zona Prati di Coppola, dov'è stato trovato il corpo senza vita di un ex bracciante agricolo, un cittadino indiano di circa cinquant'anni che da qualche tempo viveva in condizioni estreme. Quello al primo piano di un edificio adibito un tempo a magazzino e uffici, da alcune settimane era diventata la sua dimora ed è in quel luogo che ieri è stata fatta l'amara scoperta. Il cadavere non mostra segni di violenza, ma sul caso sono in corso gli approfondimenti della Polizia, intervenuta con le pattuglie della Squadra Volante e gli specialisti della scientifica.


L'allarme è scattato poco dopo le 14 quando un connazionale della vittima ha trovato il corpo senza vita del cinquantenne e si è affrettato a contattare il 118. Al loro arrivo i soccorritori di un'ambulanza e automedica non hanno potuto fare altro che constatare il decesso, risalente ad alcuni giorni prima, almeno cinque stando a una stima del personale sanitario. Nel frattempo era stata allertata anche la Questura per i riscontri utili a chiarire le circostanze del decesso, visto oltretutto che l'uomo ormai da tempo viveva in condizioni di disagio, facendo abitualmente uso di alcolici e sostanze stupefacenti.