Ha consegnato l'aggressore di un minorenne ai carabinieri senza che l'uomo nemmeno se ne accorgesse. Sangue freddo, determinazione e consapevolezza del proprio ruolo: è questo che ha permesso alla neo-autista Giorgia Avvisati, ragazza di 25 anni ma delegata alle Politiche giovanili del Comune di Bassiano già dal 2018, di consentire alle forze dell'ordine di catturare un uomo di origini polacche che alle otto di ieri mattina ha aggredito un passeggero di 13 anni, che era diretto a scuola, con il solo scopo di farsi dare il posto a sedere nell'autobus.

Erano le 7.55 quando uno dei primi bus della ditta Baratta iniziava a trasportare gli studenti che risiedono a Sezze scalo verso il centro urbano di Sezze. «Non eravamo ancora partiti - ha spiegato la giovane autista - quando un uomo che sembrava leggermente alterato si è avvicinato ad un ragazzo che era seduto sui primi sedili, proprio alle mie spalle, e qui ha iniziato a parlare in tedesco inveendo contro il ragazzino. Alla fine, mentre stavamo partendo, gli ha dato due colpi in testa. Due pugni. Voleva il suo posto e pretendeva che il ragazzino glielo cedesse senza battere ciglio. Alla fine il ragazzo non si è alzato e lui lo ha colpito in testa».