E' stata eseguita una prova stub per cercare di risalire all'autore degli spari che hanno colpito ieri sera verso le 19 Gustavo Bardellino sull'uscio della concessionaria Buonerba dove lavora come addetto alle vendite.

La prova irripetibile eseguita dai carabinieri alla presenza del difensore della persona sottoposta ad analisi e sulla cui identità vige un riserbo strettissimo, dovrebbe servire ad avviare un'analisi a più ampio raggio sul movente dell'agguato che ha colpito il nipote di Antonio Bardellino, il fondatore del clan dei casalesi. 

La vittima dell'agguato ha lasciato l'ospedale Dono Svizzero di propria volontà nonostante le sue condizioni non siano ottimali.