Truffa un anziano facendosi consegnare oltre duemila euro. Ma i carabinieri lo hanno scoperto facendo scattare le manette. 

I carabinieri di Terracina hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di truffa aggravata, un 62enne originario del capoluogo campano già noto alle forze dell'ordine. In particolare, il reo, previo contatto telefonico, spacciandosi per avvocato, con artifici e raggiri consistiti nel rappresentare un indennizzo immediato per un non meglio indicato investimento di un motociclista da parte del proprio figlio, riusciva a farsi consegnare la somma contante di euro 2.300 da parte di un 86enne di Terracina. Il danaro veniva immediatamente recuperato e restituito all'avente diritto. L'arrestato, d'intesa con la Procura di Latina, è stato temporaneamente trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia di Terracina per poi essere messo a disposizione dell'A.G. per il rito direttissimo, all'esito del quale il Giudice del Tribunale di Latina ha convalidato l'arresto disponendo, altresì, la misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

Continua da parte dei Carabinieri, la diffusione delle brochure presso le Chiese, i circoli ricreativi per anziani e gli uffici postali. Oltre a ciò, l'Arma nelle zone periferiche sta effettuando un porta a porta per far sentire la giusta vicinanza a quelle persone delle fasce di età più deboli e spesso sole. La finalità non è solo quella di mantenere alta l'attenzione delle potenziali vittime sul fenomeno e ad una maggiore diffidenza nei confronti degli sconosciuti, ma anche quella di indurle a non avere remore o vergogna nello sporgere denuncia.