Aveva 56 anni Giancarlo Puccia. questa mattina mentre stava effettuando degli interventi di potatura in una proprietà privata di Nemi, è caduto dalla scala. Un volo di 7 metri che non gli ha lasciato scampo. All'arrivo del personale del 118 infatti, per lui, residente a Cisterna, a Le Castella con moglie e tre figli, non c'era più niente da fare. Sul posto, in via Calvarione sono giunti anche i Carabinieri e personale dell'Ispettorato del lavoro per accertare se la vittima stesse lavorando per qualcuno.

Un uomo generoso, buono, con il sorriso ad illuminargli costantemente il volto, così lo ricorda chi lo ha conosciuto. Impegnato anche nel sociale con l'associazione Sostegno donna che ilo ha voluto ricordare così: "Questa è Veramente la Notizia che non avrei mai e poi mai voluto avere AMICO MIO! - scrive Rita Trasolini - Non riesco ancora a metabolizzare quanto mi è stato detto che non sei più con NOI 😭. Sostegno donna Cisterna ha perso qualcosa di più prezioso di un AMICO. Io ho perso quel fratello che non ho avuto. Non ci hai mai fatto finire di parlare che eri già pronto a darci il tuo prezioso e caro aiuto quando ne avevamo bisogno. La tua allegria con tutti i raduni in Vespa le tue feste il tuo ultimo compleanno con Te, erano sempre un momento di felicità per tutti". L'amica ne ricorda l'amore per la famiglia, per Maicol... "Quella felicità che oggi ci è stata portata via insieme a TE... Troppo presto te ne sei andato e troppo dolore hai lasciato dietro di te. Le nostre più sentite condoglianze alla tua Famiglia. Mi mancherà la tua chiamata, mi mancherà il tuo messaggio. Mi manchi Gianca'".

Mentre effettuava lavori di potatura è caduto da un albero ed è morto. E' la tragedia che si è consumata questa mattina a Nemi e che è costata la vita a un giardiniere di 56 anni originario di Cisterna di Latina. 

L'incidente è avvenuto all'interno di una proprietà di via Calvarione. La vittima è un giardiniere di 56 anni di Cisterna. L'uomo avrebbe perso l'equilibrio cadendo per terra. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il 118 con un elicottero. Per l'uomo però non c'è stato nulla da fare. L'ispettorato del lavoro della Asl sta cercando di ricostruire i fatti. 

 

di: La Redazione