Potrebbe essere un giovane del posto, la sua voce sembra ne tradisse la giovane età, il bandito armato che ieri sera ha messo a segno una rapina in via Carroceto, nel quartiere Gattone, alle porte di Aprilia.
Erano passate da pochi secondi le 19 quando un uomo, con indosso un casco integrale, è entrato nella farmacia Sant'Antonio. E' qui, una volta all'interno, che ha estratto dalla tasca una pistola. Con l'arma in pugno si è diretto al bancone e ha minacciato la dottoressa e la dipendente intimando di consegnare tutti i soldi contanti che erano contenuti nel registratore di cassa.
Un colpo lampo, che avrebbe fruttato un bottino di qualche centinaia di euro, forse non arriva a mille euro. Al momento di scrivere infatti, la conta dei soldi incassati non era ancora data da conoscere con esattezza. A quanto è invece dato da sapere, nel pronunciare quelle poche parole, il tono della voce avrebbe fatto presupporre ai presenti che si trattasse di un bandito piuttosto giovane. Appena ha arraffato le banconote il rapinatore ha imboccato l'uscita ed è sparito nel nulla.
E' stato immediatamente lanciato l'allarme al 112 e sul posto sono giunti i Carabinieri di via Tiberio. Mentre alcuni ascoltavano i testimoni, altre pattuglie facevano scattare il dispositivo di ricerca battendo le zone intorno. Saranno acquisiti i filmati delle telecamere sia della farmacia di via Carroceto, che quelli di altri impianti di videosorveglianza sia in strada sia presso altre attività per cercare di capire se, come è presumibile, il bandito col volto nascosto dal casco, avesse un complice ad attenderlo poco distante, in moto o in macchina, e soprattutto capire in quale direzione sia scappato. Ricostruendone la via di fuga è possibile magari seguirne i movimenti tramite altre telecamere.