Quanti filoni potrebbe ancora avere l'inchiesta "Dune"? Quanti di quelli fino ad oggi conosciuti sono destinati ad essere "integrati"? Il quadro non sembra essere completo ed i filoni relativi alla tappa della Coppa del Mondo di Canottaggio, come anche quello sul lungomare, potrebbero essere oggetto di ulteriori approfondimenti. Tanto per cominciare si sono tenuti gli interrogatori e quindi gli indagati hanno fornito le proprie versioni, ma allo stesso tempo dettagli rispetto alle singole posizioni. Nei giorni successivi all'esecuzione delle misure cautelari sono stati acquisiti presso gli uffici comunali anche altri documenti.

C'è poi un terzo aspetto, quello legato alle integrazioni depositate dalla Procura proprio a seguito degli interrogatori, nella fase del Riesame. Comprese nuove testimonianze. Nelle ultime ore è trapelata poi un'altra notizia quella cioè relativa la frase che avrebbe pronunciato l'ex assessore D'Erme nel 2020 a margine di un incontro nella fase organizzativa della tappa della Coppa del Mondo: «Io mi prendo sempre il 20%. Tu quanto ti prendi?». Una circostanza da chiarire venuta fuori a seguito di una annotazione inoltrata alla Procura di Latina e redatta da alcuni pubblici ufficiali del Comune di Sabaudia dopo avere appreso di questo particolare accaduto da un altro dipendente comunale. Nella stessa circostanza sarebbe emerso altro e cioè la possibilità che «Tutte le ditte che lavorano per il Comune di Sabaudia devono corrispondere il 5 %». Di ditte e di appalti si fa riferimento più volte nell'ampia documentazione relativa all'indagine "Dune". Si parla di "sistema Sabaudia" e di frazionamenti dai lavori per le strade a quelli nelle scuole passando poi al modus operandi relativo all'assegnazione di una serie di interventi sugli impianti di pubblica illuminazione. Un vaso probabilmente ormai aperto quello relativo gli appalti, e non soltanto per quello che riguarda la tappa della Coppa del Mondo.